Hamburger di salmone

Hamburger di salmone

Gli hamburger di salmone sono davvero semplicissimi e veloci da preparare ma lasceranno i vostri cari a bocca aperta!

Può essere un ottimo secondo piatto o anche un piatto unico, ma quello che è sicuro è che quando viene messo in tavola colpisce tutti per la sua originalità.

Essendo la preparazione molto facile e veloce, sono un’alternativa perfetta per quando non sapete cosa fare per la cena e potete farli anche all’ultimo minuto usando il pesce congelato.

Una bella variante del ben più famoso hamburger di carne tutta da provare e testare, noi ci mettiamo la nostra garanzia di buona riuscita, ora tocca a voi provare.

Vi basterà abbinarla ad una semplice insalata e il gioco è fatto!

Preparare questo piatto è semplice.

Basta unire gli ingredienti e dopo aver separato l’impasto in più parti dare loro la classica forma rotonda per cuocerli e servirli ben caldi regolando sale e pepe.

Per condirlo e renderlo ancora più appetitoso, potete farcire il vostro panino con una salsa hand made a base di erba cipollina, cetriolo e Yogurt Magro Galbani.

Vedrete che il pesce ne uscirà valorizzato e il vostro hamburger risulterà ancora più fresco ed invitante.

Hamburger di salmone
Hamburger di salmone

 

Ingredienti:

  • Salmone 400 g
  • Mollica 100 g
  • Latte q.b.
  • Burro 70 g
  • Pangrattato q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Scorza di limone grattugiata q.b.

Procedimento:

  • Pulite con attenzione il salmone spellandolo e togliendo le spine, poi tritatelo nel mixer e mettetelo in una ciotola assieme alla mollica che avrete bagnato nel latte.
  • Aggiungete il burro, il sale e il pepe, impastando tutto con le mani fino ad ottenete un impasto compatto e omogeneo.
  • Dividetelo in quattro parti e formate delle palline a cui poi darete forma di hamburger.
  • Rigirate gli hamburger nel latte, poi nel pangrattato e nella scorza di limone.
  • Cuocete gli hamburger in padella antiaderente per circa 5 minuti per ogni lato, poi fateli asciugare su carta da forno e serviteli.

https://ricette.giallozafferano.it/Hamburger-di-salmone.html

https://cucina.fidelityhouse.eu/secondi-piatti/hamburger-di-salmone-97324.html

 

Alici fritte con cipolle in agrodolce

Alici fritte con cipolle in agrodolce

Alici fritte con cipolle in agrodolce, cotte lentamente in padella con pochissimo olio, aceto, zucchero, uvetta, pinoli, cannella e menta.

Un gusto molto particolare che si sposa benissimo con la grassezza della frittura e della carne dell’alice (se le trovate potete usare anche le sarde, che sono ancora più carnose e grassottelle).

La cannella e la menta danno alla cipolla un tocco speziato del quale, personalmente, mi sono innamorata.

Alici fritte con cipolle in agrodolce

Il mio consiglio è di preparare il piatto con largo anticipo, disponendo sulle alici fritte il condimento a base di cipolla in modo che il pesce si insaporisca al meglio.

Potete servirlo come antipasto o come secondo piatto.

Anche se il gusto agrodolce è di difficile abbinamento con il vino, suggeriamo di gustare questo piatto accompagnandolo a un bianco aromatico e morbido.

Alici fritte con cipolle in agrodolce
Alici fritte con cipolle in agrodolce

Ingredienti :

per le alici fritte

  • 600 grammi di alici fresche
  • semola quanto basta
  • sale quanto basta
  • olio di semi di arachide per friggere quanto basta

per la cipolla in agrodolce

  • 6 cipolle bianche o dorate
  • 40 grammi di uvetta appassita
  • 40 grammi di pinoli
  • un pizzico di cannella
  • 2 cucchiai di zucchero
  • sale quanto basta
  • 60 millilitri di aceto di mele o di vino bianco
  • una manciata di foglie di menta fresca
  • 2 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Procedimento:

  • Pulite le alici: togliete la testa, aprire le alici a libro e asportare le interiora, la lisca interna e la piccola lisca sulla schiena.
  • Lavate tutto il pesce e metterlo sulla carta assorbente, tamponando bene finché non sarà asciutto.
  • Mettete in un piatto abbondante semola di grano duro, salare (non troppo) e passate una per una le acciughe premendo bene in modo che vengano ben ricoperte dalla semola da entrambi i lati.
  • Scaldate in una ampia casseruola, abbondante olio di semi di arachide.
  • Le alici vanno fritte in immersione e l’olio dovete ricoprirle interamente ad una temperatura di 180 gradi, ideale per la frittura.
  • Mettete poco pesce per volta nell’olio bollente e friggete per un minuto e mezzo o due.
  • Non appena diventeranno dorate, saranno pronte.
  • Metteteli da parte su un piatto da portata.
Alici fritte con cipolle in agrodolce
  • Per le cipolle speziate, affettate le cipolle non troppo sottili e metterle in una padella anti aderente con 2 cucchiai di olio extravergine.
  • Salate, coprite e fateli cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti.
  • Nel frattempo, tostate i pinoli in una padella e fate ammorbidire l’uvetta in una tazza di acqua calda.
  • Quando vedrete che le cipolle sono appassite, aggiungete i pinoli, l’uvetta ben strizzata e un pizzico di cannella, secondo il vostro gusto.
  • Fare cuocere ancora 10 minuti.
  • Infine, alzate il fuoco e versate sulle cipolle l’aceto nel quale avrete mescolato fino a scioglimento lo zucchero.
  • Fare sfumare, abbassate il fuoco, unite la menta, coprite e fate cuocere ancora 10 minuti.
  • Le cipolle devono prendere un bel colore marroncino e lucido.
  • Versate le cipolle sulle alici e fate riposare il piatto un paio di ore.
  • Si mangia a temperatura ambiente, ben insaporito e guarnito con qualche foglia di menta fresca.

 

http://www.gustissimo.it/ricette/antipasti-pesce/alici-in-agrodolce.htm

https://blog.giallozafferano.it/cucinaprediletta/alici-fritte-in-agrodolce/

Crocchette di baccalà

Crocchette di baccalà

Le crocchette di baccalà sono un secondo piatto molto saporito facile e veloce da preparare che metterà d’accordo tutti.

Una volta impanate, vengono fritte e servite ben calde con un contorno di verdure o, volendo, di patatine fritte.

Il baccalà è un pesce che esiste in tutte le gastronomie del mondo.

Si può consumare bollito con le patate, a filetti e cotto alla piastra oppure, come nel nostro caso, come ingrediente per preparare delle saporite crocchette da servire a tutta la famiglia.

Le mie crocchette di baccalà possono essere servite come secondo piatto veloce ma, se accompagnate con contorni un po’ più elaborati, va molto bene anche come portata per eventi speciali e festivi, come il Natale o il Capodanno.

Inoltre, potete usarle persino come stuzzichini rustici da aperitivo o antipasto.

Crocchette di baccalà
Crocchette di baccalà

Ingredienti:

  • 400 g di filetti di baccalà
  • 400 g di patate
  • 1 cubetto di dado
  • ½ bicchiere di latte
  •  olio per friggere
  • qualche foglia di basilico fresco
  • 100 g di pangrattato
  • 1 uovo
  • Procedimento:Fate cuocere i filetti di baccalà per 10 minuti in un litro di brodo preparato con il dado.
  • Eliminate poi l’eventuale pelle e le lische rimaste.
  • Iniziate a cuocere le patate in abbondante acqua salata, poi scolatele e pelatele.
  • Schiacciatele in una ciotola con uno schiacciapatate a mano.
  • Con un frullatore frullate il baccalà insieme alle foglie di basilico e al mezzo bicchiere di latte sino ad ottenere una consistenza cremosa.
  • Unite le patate schiacciate e formate con le mani delle palline di 3 cm di diametro.
  • Impanatele e fatele friggere per pochi minuti in abbondante olio di semi.
  • Servitele calde.

Ricetta by

 

https://www.star.it/

Salmone al forno con i finocchi

Salmone al forno con i finocchi

Il salmone al forno con i finocchi è una ricetta gustosa per un secondo piatto light. Ideale per mangiare il pesce con leggerezza, sia dal punto di vista delle calorie sia per il gusto e la digeribilità.

I finocchi infatti sono le verdure digestive per eccellenza, hanno un effetto carminativo e contrastano il gonfiore addominale.

Sono perfetti accanto al salmone, anzi sotto, perché in questa ricetta sono usati come base su cui adagiare il pesce, insaporiti con cipolla, olio e sale.

Il salmone, già tagliato in filetti, cotto al forno ha un gusto delicato e rimane morbidissimo oltre che magro dato che non si usano grassi per la cottura.

E viene ulteriormente insaporito con un misto di capperi, prezzemolo e limone da distribuire generosamente sulla superficie.

Il risultato è un piatto davvero gustoso e molto nutriente, grazie alle proprietà nutrizionali del salmone.

Salmone al forno con i finocchi
Salmone al forno con i finocchi

Ingredienti per 4 persone:

  • 900 g di filetti di salmone
  • 2 finocchi grandi mondati e affettati
  • 2 cipolle tagliate a spicchi
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 2 cucchiai di dragoncello
  • 10 g di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaio e mezzo di scorza grattugiata di limone
  • 1 cucchiaio di capperi sottosale, sciacquati
  • sale e pepe macinato

Procedimento:

  • Scaldate il forno a 200°.
  • Mescolate i finocchi, le cipolle, l’olio, sale e pepe in una teglia capiente e infornateli per circa 20 minuti.
  • Adagiate il salmone sulle verdure.
  • Mescolate il prezzemolo, i capperi, la buccia di limone in una ciotola.
  • Distribuiteli poi sui filetti di salmone e proseguite la cottura in forno per per altri 10-15 minuti.
  • Servite il salmone al forno con i finocchi ben caldo.

 

https://www.melarossa.it

https://www.cookaround.com/ricetta/salmone-confit-con-finocchi-ed-erbe.html

Salmone in crosta

Salmone in crosta

Il salmone in crosta di pasta sfoglia è un secondo semplicissimo da preparare, ma allo stesso tempo elegante, molto amato dai grandi e picini.

Io per mancanza di tempo ho optato per delle semplici roselline, ma potete utilizzare dei tagliapasta particolari, fare delle trecce e sbizzarrirvi a creare delle vere composizioni.

Per un tocco in più potete avvolgere il salmone nelle zucchine grigliate prima di avvolgerlo nella sfoglia, oppure con degli spinaci o delle cipolle in agrodolce.

Vediamo insieme come si prepara questo buonissimo piatto.

Salmone in crosta
Salmone in crosta

Ingredienti per salmone in crosta

  • 2 filetti di salmone da 300 g circa
  • 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
  • 1 tuorlo
  • sale, pepe

Procedimento:

  • Scottate il salmone in una padella antiaderente o con pochissimo olio, mettendo la pelle a contatto con la padella.
  • Dovete cuocere il salmone 3-4 minuti per lato, deve solo essere scottato, non cotto del tutto.
  • Eliminate la pelle, asciugate il grasso in eccesso e lasciate intiepidire.
  • Srotolate la pasta sfoglia e mettete il filetto di salmone.
  • Aggiungete sale e pepe.
  • Piegate e schiacciate per bene.
  • Eliminate la sfoglia in eccesso, magari potete farci delle piccole decorazioni, io ho scelto roselline e foglioline.
  •  Fate dei tagli sulla sfoglia e spennellate con il tuorlo s battuto.
  • Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per circa 25 minuti.
  • Servite il vostro salmone in crosta di pasta sfoglia.

Ricetta originale by..

 

http://www.gnamgnam.it